11/07/17

Compatitemi (Halo adesso o mai più)


La notizia della disponibilità aggratis di tutti i DLC dei vari giochi Xbox360 della serie Halo , una volta che saranno tutti inseriti nel programma di retrompatibilità su Xbox One, mi impone di rinnovare i miei buoni propositi di dare finalmente a questa saga l'attenzione che merita.

Per un xboxaro D.O.C. come mi vanto di essere,  mi pare senz'altro una colpa grave aver trascurato questa serie, ma giuro, ci dev'essere una specie di "maledizione"... non lo faccio apposta!

Peraltro, il primo Halo sulla prima Xbox ha rappresentato la primissim-issima volta del vostro sottoscritto scrivente alle prese con un videogioco da console e con un joypad in mano (a casa dell'amico mattuz ), per cui avrei anche un motivo in più per esserci affezionato.

E invece.
- I primi Halo persi per ragioni "cronologiche" e mai recuperati.
- Comprato Halo CE ma non avendo nessuno per fare la coop ho perso motivazione: ci ho giocato abbastanza e mi sono anche messo a fare seriamente obiettivi non legati alla storia, ma per dire... nemmeno sono arrivato alla fine :-O
- Halo Wars comprato, devo dire a poco prezzo se non ricordo male, mai toccato.
- Halo 4 comprato sull'onda dell'hype, lasciato a lungo ad ammuffire: entro un bel giorno in una partita invitato da un party di "amici" (metto le virgolette perché dovrebbero sentirsi in colpa per questo tiro mancino! ;-) ) , giusto il tempo di fare due capitoli, sbloccare due obiettivi e poi.. lasciato.
- Halo Reach comprato e giuro che non ricordo nemmeno come quando e perché (forse per l'idea di riprenderli in ordine "cronologico"?) incredibilmente giocato e com-ple-ta-to. Gesusssanto quante madonne per finirlo ad Eroico, però davvero molto bello. Mancano i DLC, e questa potrebbe essere una ghiottissima opportunità per chiudere la partita.
- Annunciano la MasterChief Collection proprio poco dopo finito Reach,  e mi dico... "ma è perfetto! Ho fatto Reach, e adesso posso proseguire nella saga in versione rimasterizzata, cosa c'è di meglio!?!". Così lo compro. Poi guardo gli obiettivi, mi spavento (razza di fesso) e lascio perdere e la "Master Scef" come ormai ho preso a chiamarla è rimasta sullo scaffale; per giunta, naturalmente adesso non mi ricordo più quasi un fico secco di com'è che era andata in Reach (anche se quel finale non si può dimenticare!)
- Halo 5. Vedo StillMiralo89 e Poia che lo comprano e ci giocano, apprendo che c'è la coop a tre e parte l'embolo! Comprato al volo su Amazon con tanto di guida strategica ufficiale! E' nel cellofan.


Ma le cose cambieranno. Aah, se cambieranno! ;-)


06/07/17

Personalizziamoci !


Non ho nessuna difficoltà a confessare di essermi completamente invaghito di questa faccenda dei controller personalizzabili e componibili!
Prima di tutto, la trovo molto divertente (diciamo pure: una droga) a livello anche soltanto "teorico" e creativo. Ci passerei le ore a provare le varie alternative e i diversi abbinamenti, vedere come rendono, provare qualche cambiamento... e avrei di che sbizzarrirmi, dato che pare ci siano svariate milionate di combinazioni possibili...
Il divertimento dipende anche da un "configuratore" web ben fatto, intuitivo e di notevole impatto: il modello 3D ruotabile in tempo reale è affascinante, come pure le foto dei dettagli quando si va in modalità visualizzazione, quindi complimenti a chi ha progettato e implementato lo strumento!



Quella sopra sarebbe la mia ipotetica famigliola di controller, quelli che ordinerei se avessi, a occhio, un 500€ "da buttare via" (e ancor prima: se fosse già possibile ordinare questi oggettini dall'Italia, cosa che avverrà a breve, si spera), ma comunque ne vedo tantissimi in giro che mi piacciono e sono certo che se mi mettessi adesso a giocare altri dieci minuti con il configuratore, me ne uscirei con un nuovo "controller preferito": la verità è che ti succede come quando vedi le torte in pasticceria... sembrano tutte belle & buone e ne vorresti sempre di più di quanto il portafoglio e la salute (fisica e mentale) ti consentano.

Insomma, non mi ci mettete con 'ste robe, che non se ne esce più! Perché non farsene uno in stile Los Angeles Lakers, tutto giallo con sticks e bordini viola? Oppure ho visto in giro foto di controller "minimalisti", tutti neri con soltanto la crocetta gialla metallizzata (simil-oro, quindi) che mi paiono molto belli.
Dai dai su, non si resiste. E oltre all'aspetto creativo, credo intervenga il fatto che, per noi sedicenti "hardcore gamers", tutto ciò che contribuisce a distinguerci dalla massa indistinta dei casual gamers sia sempre visto con molto interesse. Certo, sono meccanismi in parte irrazionali, magari addirittura in parte inconsci, però come negare che sarebbe/farebbe figo avere il "nostro" controller con il nostro design preferito e la nostra gamertag (o motto! sempre che ne abbiate pronto uno ganzissimo, di massimo 16 caratteri!) incisa sopra ..? Questo si, che sarebbe "fare sul serio" ! :-D

Vista con gli occhi di Microsoft, questa iniziativa mostra che davvero ci sono molte opportunità di business percorribili, avendoci l'inventiva e l'intraprendenza di battere strade diverse da quelle più ovvie. Ora, non so dire quanti siano disposti a cacciare 100€ e rotti per un controller colorato come vogliono, ma sono certo che saranno abbastanza da non fare andare in perdita questa iniziativa, per non parlare anche dei ritorni indiretti in termini di "immagine" e  fidelizzazione del cliente, per la serie: vedi come Microsoft si sbatte per arricchire al massimo la nostra esperienza di xboxari e farci sentire parte di una "cultura" ?
D'altro canto, viene da pensare che davvero ogni occasione per mungere la vacca è buona.
Forse si potrebbe obiettare che questi servizi potrebbero essere concessi a prezzi un po' inferiori, magari anche come opportunità-premio per i clienti più fedeli, ad esempio "hai comprato 15 giochi dallo Store nell'ultimo anno? bene, ti diamo la possibilità di ordinare un controller personalizzato allo stesso prezzo di quello normale".

Detto questo... non pensate anche voi che tutto azzurro chiaro con frontale e grilletti blu scuro sarebbe fighissimo? :-D





30/06/17

Bean Dive 2017


Tutto inizia semplicemente perché ogni tanto non puoi non fare un giro su Amazon per guardarti un po' di offerte, ti casca l'occhio su un pregiato DeusEx venduto a poco e in men che non si dica finisci con un ordine da 40€ più o meno privo di senso. Privo di senso intanto perché comprare "scatolato" oramai è sempre meno giustificabile, specie se si è come me e non si rivende mai nulla. E ditemi voi che senso può avere a 'sto punto comprare giochi per la 360! Che poi ho pure scoperto dopo che Screamride ce l'avrei avuto nel Xbox Pass per la One. E a proposito di One... perché, perché, perché!?!!? ho speso 16 euro per un gioco sul Tour de France vecchio di un anno (c'è quello nuovo in giro), dalle recensioni non esaltanti e dagli obiettivi non certo super-abbordabili?
E pure DeusEx, bello sicuramente ma con quegli obiettivi da incubo... almeno mi fossi messo a giocare il primo, avendolo a suo tempo acquistato, come giustamente mi ha consigliato KreviDvd1 !

Insomma, una pura e semplice "crisi di embolite", dettata dal solito fatto di vedere il super-sconto che ti illude di essere di fronte a un'occasione più unica che rara, da cogliere al volo. :-/

E allora, per dare una parvenza di senso a questa massa di acquisti impulsivi e scriteriati, ho deciso di approfittare dell'imminente "Bean Dive" di quest'anno.

Non sapete cos'è il Bean Dive ? Rimediate!

Per cui domani inizierò tutti questi giochi, più un paio di giochi comprati in digitale (F1 2016 e Hitman) e vedrò così la mia percentuale di completamento crollare... e poi da lì sarà un piacere (!?!?) e una soddisfazione (vabbeh...) assistere alla sua risalita.
Per come sono messo, la cosa ha davvero pochissimo rilievo. Capisco che per chi stia sopra il 90% ci possa essere il fascino della sfida, che si inneschi quel meccanismo un po' perverso di gettare alle ortiche il livello faticosamente raggiunto, per poi riconquistarselo (ci vedo delle somiglianze con il meccanismo dei "prestigi" e del relativo reset al livello iniziale, per capirci).
Ma è talmente bassa la mia percentuale di completamento (manco la so.. mi pare stia intorno al 75%) e tutto sommato è anche basso il numero di giochi che "butto dentro" che alla fine non mi aspetto sconvolgimenti particolari.
Però mi fa piacere partecipare a quante più iniziative possibili tra quelle proposte dalla comunità di TrueAchievements e tutto sommato così riesco a dare un mi-ni-mo di logica a questo acquisto scriteriato: considerate quindi ufficialmente immortalato in questa foto il mio Bean Dive di quest'anno, e che le divinità del gaming me la mandino buona! Vi terrò aggiornati.

28/06/17

To SpeedRun or not to SpeedRun?


Una bella vacanza all'estero è sempre una gran cosa, ma non negherò che si avverta un minimo di crisi di astinenza, o comunque di rammarico per le... "partire perdute".  ;-)

A peggiorare la situazione, proprio nel periodo in cui sono stato lontano dalla console, il gruppetto di abituali compagni di gioco ha pensato bene di dedicarsi anima & corpo alle speedrun sulle Orde di Gears of War 4!

Cosa sia in senso stretto una speedrun, casomai foste capitati qui partendo da un sito di ricette di cucina, potete eventualmente leggerlo sull'apposita pagina di Wikipedia.
Nel contesto dell'Orda, con speedrun si intende riuscire, con furbate artifici ed exploit vari, a farla durare suppergiù un'ora, invece delle due abbondanti di norma richieste. E derivando questa rapidità da un qualche "depotenziamento" dei nemici da affrontare, un'Orda speedrun eseguita correttamente non è solo più rapida, ma anche (o forse soprattutto) più facile, al punto da avere un esito positivo praticamente garantito.

Mentre io sono a centinaia di chilometri, i miei compari si dedicano quindi a martellare un'orda dopo un'altra con il metodo "piazza il Fabbricatore in un punto ben preciso su Sicurezza, metti una persona fissa nell'altro angolo, e i nemici nasceranno tutti in quell'altro angolo, dove li potrai massacrare rapidamente in tutto agio", livellando a... velocità smodata [cit.]
Quando torno faccio in tempo a farla una volta e poi, approfittando del rilascio del mega-aggiornamento sulle Orde, questo metodo viene reso inutilizzabile da una patch.

Dopo qualche giorno di quiete, il weekend successivo veniamo a conoscenza del nuovo metodo "lascia vivo l'ultimo nemico della prima ondata, lo scout si fa uccidere, un altro lo rianima con carta di 'Team Revive', lo scout raccoglie i suoi soldi sul terreno e li raddoppia, ri-deposita quel tanto che basta per poter comprare un nuovo 'Team Revive' e via così per (quasi) raddoppi successivi fino ai milioni".
Metodo questo molto furbo, che era davanti ai nostri occhi e che non siamo riusciti a vedere: complimenti a chi ci ha fatto caso e ha messo in moto le meningi... unica consolazione, il fatto che neppure gli stessi autori del gioco l'abbiano "visto".
Manco a dirlo, il metodo è stato prontamente neutralizzato dall'ennesima patch pubblicata in fretta e furia il martedì seguente, ma tanto è bastato a farmi prendere in scioltezza i 5 temuti obiettivi dell'Orda a difficoltà "Inconcepibile".

Funziona invece ancora abbastanza bene la speedrun sulla mappa MacchinaDaGuerra, peraltro  la meno "sfacciata" delle speedrun:  si sfruttano le dimensioni ridotte della mappa, che rendono più facile che altrove saturare gli spazi con i giocatori e quindi predeterminare i punti dove nascono i nemici... è anche possibile che prima o poi gli sviluppatori si stufino di questi giochetti e ci dicano "va bè sentite, ci siamo stufati, a 'sto punto i nemici li facciamo arrivare da dove capita, e se per caso vi nascono in testa.. cavoli vostri! ", ma per ora questo non si è ancora verificato.

Probabilmente l'aspetto più interessante della faccenda è proprio questo gioco di "guardie & ladri"  innescato dall'ingegno/furbizia dei giocatori, con gli sviluppatori costretti a metterci ogni volta una pezza. Ed è interessante anche in quanto porta a conoscere più a fondo il gioco... ad esempio, io nemmeno avevo fatto caso che si potesse disattivare il deposito automatico e poter quindi decidere quanti crediti depositare!|

In definitiva, non sono troppo deluso che i metodi più "estremi" non funzionino più, né posso dire di essere troppo interessato ad eventuali nuovi metodi che dovessero saltar fuori.

Certamente hanno fatto comodo, è giusto evidenziarlo per bene:
  • Completamenti a difficoltà "Inconcepibile" resi a dir poco fattibilissimi
  • Accelerazione notevole della raccolta xp giocatore, grazie alle taglie
  • Accelerazione della raccolta crediti/materiali e delle xp di classe (come da foto! :-D )

La speedrun "ci sta", come risposta/reazione alle già discusse esagerate pretese dei The Coalition: mi vuoi far fare 10 giri di Prestigio? Portare a livello 6 tutte le carte-abilità? Benissimo, e io prendo la scorciatoia della speedrun! 
Inoltre va a toccare una corda sempre molto sensibile in noi giocatori, la sindrome della "formichina accumulatrice" che gode e gongola nel vedere i livelli salire, le buste di carte da aprire scendere a pioggia, i bonus scattare a ripetizione.
Ma a parte questo, a me giocare quest'Orda piace e questa mi pare la considerazione fondamentale: non si tratta di una scorciatoia benedetta per tagliare corto con un multiplayer semi-desertificato e/o noioso e/o poco divertente (Battlefield 4, sto dicendo a te) !
Per cui, contento di avere ricevuto un bel boost, ma altrettanto ben contento di tornare eventualmente all'Orda del venerdì con gli amici, di nuovo all'insegna del ben noto grido di guerra "SCAAPPPPATEEEEEE !!!" :-D

11/05/17

Massacro su "Il Lastrone"


Con tutti i giochi mezzo iniziati e mezzo finiti che ho, e con tutto l'arretrato di giochi comprati e mai scartati (anzi, ormai sempre più spesso "comprati e mai scaricati") , mi mancava proprio di dedicare gran parte del ponte del Primo Maggio a giocare... al multiplayer di Gears of War 4! :-O

Oramai il gioco di questi furboni de "The Coalition" s'è ben capito: ci hanno messo la fregatura dei dieci (10, DIECI) livellamenti da 0 a 100, un'esagerazione in termini di punti richiesti, per poter avere poi spazio di manovra per varie promozioni e spingerci così a giocare. Cosa vuoi che cambi a loro regalarti cinquanta, centomila punti-esperienza, quando sanno che sei votato ad un obiettivo che di punti-esperienza te ne chiede a milionate? E d'altra parte, per quanto rappresentino una frazione dello sforzo complessivo, queste occasioni sono quasi irresistibili perché costituiscono l'unico modo per abbreviare un pochino il percorso (che, ribadisco, è da principio arbitrariamente ed esageratamente lungo) .
E così, nello specifico, tutti sotto a giocare ad Escalation, modalità introdotta con quest'ultimo episodio della serie e che sostanzialmente si potrebbe definire come una evoluzione più "tattica" di Re della Collina: anche in questo c'è da conquistare e tenere gli anelli, ma gli anelli attivi sono tre in
contemporanea e se arrivi a tenerli tutti anche per pochi secondi, chiudi il round.

Per quanto mi riguarda, l'esperienza PvP di Gears è spesso riassumibile come una sequenza di ingloriose morti, intervallata da rari e fugaci momenti di "esaltazione" in cui raccatto qualche kill consecutiva. Insomma, anche se l'ascendente di Gears è innegabile e qualche partitella la si fa sempre volentieri, è anche vero che spesso si accumulano frustrazione e rabbia in dosi tali che non riuscirei a dedicarmici per molto tempo...se non fosse per gli amici di party.
Come non bastasse, nei giorni successivi ho avuto modo sia di guardare lo streaming del torneo competitivo svoltosi di recente a Parigi, sia di prendere sonore mazzate nella "playlsit sviluppatori" riservata ai possessori del SeasonPass (quindi non necessariamente pro-gamers, ma "abbruttiti" quanto basta): la velocità che può raggiungere questo gioco è impressionante e quello che molto spesso può sembrare caos... beh, spesso è veramente caos, ma a volte capita di riuscire a capire che è "frenesia organizzata".
Per come la vedo io, è un po' come il poker: un professionista potrà sempre perdere una mano (o anche una partita) dall'ultimo dei dilettanti, così anche al migliore dei gearsomani può capitare di girare l'angolo e beccarsi una sgnasherata in faccia da chiunque, anche dal sottoscritto. Ma nel medio-lungo periodo, la differenza di abilità ed esperienza fatalmente emerge e sovrasta l'occasionalità di questa o quella kill.
Certo, credo sia legittimo chiedersi quale sia il senso di un combattimento dove tutti continuamente "rimbalzano" contro i muri, zoomano con la mira per un nanosecondo giusto per indirizzarsi per poi toglierla subito dopo (si vedono certi filmati che fanno venire il mal di mare...) eccetera, però la "ferocia" di Gears è davvero un suo tratto distintivo e per qualche misteriosa ragione anche quando si prendono mazzate a ciclo continuo la cosa risulta meno frustrante che in altri giochi.
E capita poi che lo spirito del "ancora una!" venga alla fine premiato, come ad esempio nella partita immortalata qui sopra - grazie a kreviDvd1 per lo screenshot - in cui un trio di gloriosi PIP ha spadroneggiato in una partita provvidenzialmente affollata di nabbi. :-D


PS: Ennesima lancia spezzata a favore delle versioni originali... sarà anche giusta come traduzione, ma andiamo... che nome è "IL LASTRONE" !?!? "THE SLAB" suona decisamente meglio!




26/04/17

Tu chiamale se vuoi...


Come credo avrete notato, quest'anno non me la sto menando più di tanto con Madden.
Una volta che me lo sono ritrovato nell'abbonamento EA Access, non ho saputo resistere e l'ho prontamente iniziato e spolpato in gran parte. Ma non siamo nemmeno lontanamente dalle parti della (fruttuosa, devo dire) dedizione dei due anni precedenti... con la complicità determinante di obiettivi online decisamente più abbordabili del solito: in particolare non è richiesto di raggiungere il Superbowl nei campionati online, per cui ho potuto evitare di sudare sangue per costruire la squadra più forte possibile e avere qualche chance di farcela.
Paradossalmente, quest'anno però non l'ho ancora millato, ma essendomi lasciato dietro solo alcune impresucce single-player, sono fiducioso nei miei mezzi e mantengo al riguardo un sereno ottimismo.

Nonostante questo, è un gioco che comunque continua ad appassionarmi molto, per cui il giretto quotidiano nelle aste lo faccio quasi sempre, così come quasi sempre ci scappano due o tre partitelle veloci per fare le varie sfide settimanali o comunque a tempo (adesso, per dire, ci sono quelle collegate all'imminente cerimonia dei Draft 2017).
E, beh, volevo solo dire che è sempre divertente, è che il "maledetto madden" ha una straordinaria capacità di generare situazioni rocambolesche ed emozionanti.
Nel giro di qualche giorno, me ne sono capitate due in particolare, entrambe riferite a scenari in cui venivo fatto partire in grave ritardo e dovevo impegnarmi a rimontare.

Caso #1. Agguanto la parità e si va ai supplementari. A quel punto parte una incredibile sfida a "non volerla vincere". I miei avversari vincono il sorteggio, ma li costringo al punt, assaporo il trionfo ma mi faccio intercettare nella zona di touchdown, intercetto totalmente idiota dato che a questo punto mi sarebbe bastato un calcio per chiudere senza rischiare il lancio. Loro ripartono, ma niente, la mia difesa è solida e ripasso io all'attacco... e mi rifaccio intercettare! Per fortuna li contro-intercetto immediatamente (miracolo di Talib). Di nuovo all'attacco, e la cosa ormai sta assumendo toni epico-ridicoli, arrivo in "zona rossa", questa volta mi faccio furbo e vado col calcio, ma... lo sbaglio! Gli avversari si giocano la mossa disperata  mandando la palla a sbattere contro il palo, dalle... boh... 15 yarde?!?!
"Divertente" la sequenza animata che mostra lo sconforto del mio capo-allenatore, reazione del tutto comprensibile visto che era il secondo calcio sbagliato della partita! Insomma, a quel punto ritocca agli avversari ripartire, presumo tra la perplessità generale, dal punto da dove ho sbagliato il calcio, quand'ecco il miracolo: come detto si era circa sulle 15 yards, la mia difesa esegue un blitz impeccabile, sack del quarterback, fumble e mio recupero della palla per il touchdown decisivo! Moreale, se l'attacco proprio non riesce a chiudere la partita, ci pensa la difesa! ;-)

Caso #2. Rimonta in pieno corso. Parto da -10, ma segno un touchdown portandomi a -3. Grande prestazione in difesa, obbligo subito al punt la squadra avversaria, se non che faccio una cavolata galattica: in pratica il gioco non piazza in automatico sulla palla il mio ritornatore (a volte lo fa, quando a sua discrezione giudica che dovrei lasciarla rimbalzare e uscire dal campo) , per cui vado io a piazzarmi e riesco a farmi rim-bal-za-re sulla testa la palla che viene recuperata dal primo sopraggiunto dei miei avversari. Avendola toccata per primo io (cosa a cui sul momento non ho pensato) , non solo la palla riprende da dove è stata fermata, tipo sulle mie 10 yarde, ma soprattutto era diventata "viva"... in pratica si trattava di un vero e proprio fumble. Prontamente l'avversario segna, ributtandomi a -9, va per fare il calcio addizionale per tornare su di 10, e sarei stato spacciato. Ma incredibilmente riesco a bloccarlo (tuffo plastico e disperato di Cyprien) e a "ritornarlo" nella mia meta: 2 punti in più e mi ritrovo quindi palla in mano a -7. A quel punto il touchedown del pareggio è quasi un obbligo morale, come pure la vittoria ai supplementari.


[Nell'immagine ho immortalato il bel "regalo di Pasqua" che anche quest'anno ho ricevuto negli appositi pacchetti! Non siamo ai livelli dell'anno scorso, quando rivendendo un regalo particolarmente pregiato avevo praticamente rifatto mezzo squadra, però sicuramente un giocatore utile e di rilievo, che poi sia dei miei Redskins è senz'altro un valore aggiunto.]

23/04/17

I Am The Night


E così... l'evento (quasi) impensabile è avvenuto! Sono riuscito a completare il gioco-base di Batman Arkham OriginsB! A conti fatti, la faccenda di completare tutta la storia "senza morire" (la famigerata modalità Io Sono La Notte) è meno spaventevole di quanto sembri ed è davvero da mettere tra virgolette. Intanto in ben pochi frangenti si rischia di morire di colpo, per cui se durante le fasi "Picchiatore" o "Predatore" si vede la barra della vita scendere pericolosamente in zona rossa, basta semplicemente mettere in pausa e riavviare dal check-point. Come non bastasse, se si ha la presenza di spirito di tornare velocemente in dashboard mentre il povero Batman colpito a morte scivola a terra e il mondo intorno a lui comincia a farsi nero... ricaricando il gioco quasi sempre si ritrova il precedente check-point, l'importante è non arrivare alla schermata di caricamento dove il cattivo di turno ci rivolge qualche commento di scherno per la nostra dabbenaggine. E come se non bastasse, anche se qui siamo al 100% nel campo delle furbate, con una salutare copia del file di salvataggio messa su una chiavetta USB, in caso di "disastro" basta sostituire il file originario, e voilà, problema risolto.
Manco a dirlo, il sottoscritto ha sperimentato in prima persona tutte e quante le tecniche descritte, in un percorso che è stato liscissimo fino a 2/3 e poi inaspettatamente tormentato nella parte finale, penso più per stanchezza/fretta che altro.
Va detto che non sono stato spasmodicamente a creare copie di backup del salvataggio a ogni scontro, lo facevo soltanto prima dei scontri con i boss che più mi preoccupavano (Bane senz'altro e Firefly, in quest'ultimo caso lo scontro ha meccaniche facili, ma durante la campagna a normale ero incappato in una "morte improvvisa" andando a sbattere contro il ponte dopo che [spoiler minimo] Batman si aggancia a Firefly con l'artiglio e viene trascinato [fine dello spoiler minimo] ).
Ebbene, ad esempio proprio dopo aver tirato un bel sospiro di sollievo per aver superato indenne lo scontro con Firefly, arrivo al carcere di Blackgate, prendo a pizze in faccia manco fossi Bud Spencer la decina di galeotti che mi attende sulla porta e scendo bel bello nelle fognature... percorso di routine senza nemici, scendi la scala, apri una breccia nel muro e.. zaaaac, faccio un bel salto in avanti per guadagnare tempo e finisco dritto nell'acqua elettrificata! Morte istantanea e inaspettata, per cui non ho nemmeno avuto i riflessi per dashboardare al volo. In quel caso, ammetto, mi ha salvato il backup.
Altro momento memorabile e terrorizzante, in cui invece è stato sufficiente "solo" ritornare in dashboard alla velocità della luce mentre partiva la sequenza di ricarimento post-mortem è stato proprio alla fine del gioco. Letteralmente, gente, proprio nell'ultimissima cosa che devi fare nel gioco, nell'ultimissima possibilità che hai di venire ucciso. Il fatto è che nella sostanza il gioco finisce [spoiler, ma vabbè non è sto gran segreto] quando finalmente metti KO l'arcirivale Bane.. la coda successiva è poco più di una parata trionfale in cui ti vai a prendere un ormai indifeso Joker e lo gonfi di botte. Ma. Ma il gioco utilizza a volte delle sequenza cinematiche "arricchite", che non sono da-guardare-e-basta, ma sono arricchite con dei classici eventi quick-time nei quali ci viene chiesto di interagire con precisione e tempismo. Ecco, ricordatevi casomai un giorno vi capitasse di fare questo gioco, che l'ultimissima sequenza è proprio una di queste e se quando Joker vi punta addosso la pistola non gliela fate volare via di mano alla svelta, beh la sequenza prende una piega diversa dal previsto che conduce senza che possiate farci niente alla morte di Batman (peraltro con un dialogo diverso dalla versione ad esito positivo, quindi almeno una volta andrebbe vista, magari giocando a "normale" !)  [fine spoiler].
E se state giocando a "Io Sono La Notte" questo in teoria significa ricominciare il gioco dall'inizio, e io ci sono andato davvero viciiiinooooo che più vicino non si può, salvato solo da un ritorno fulmineo in dashboard che per fortuna non ha comportato la corruzione del salvataggio.
Il bello è che sta cosa l'avevo anche letta su TA in uno dei commenti all'obiettivo, dato che ad un altro giocatore era capitata la stessa cosa, ma è stato parecchio tempo fa e ieri sull'onda del "è finita! ce l'ho fatta! ce l'ho fatta!" non ci pensavo assolutamente più, anzi confesso che me ne stavo come un allocco a fare fotografie col cellullare dell'epico momento di trionfo! :-O

Ma a parte queste avventure/disavventure, sono davvero contento e soddisfatto. Devo dare ragione all'autore del walkthrough di TA che ha scritto nell'introduzione una cosa tipo "vi garantisco che una volta che avrete completato questo gioco avrete la sensazione di essere voi il Vero Batman!" .
In effetti, completare tutti gli obiettivi richiede di raggiungere un livello di controllo tale delle varie tecniche e dei vari gadget, che veramente verso la fine si ha una padronanza notevole di tutto il variegato arsenale e si conoscono a menadito le tattiche più vantaggiose, per cui ci si fa largo con sicurezza e notevole soddisfazione in situazioni che magari durante la prima campagna erano state affrontate con più difficoltà o comunque in maniera più "ignorante": ci sono due nemici in fondo al corridoio? inutile perdere tempo a fare a botte, agganciate i due con un bel baclaw remoto, quelli vanno a cozzare uno contro l'altro, finiscono al tappeto e voi comodamente li "finite"... incontro terminato in cinque secondi, con zero colpi subiti e una bella valutazione da "Apex Predator". :-D